DMD Europa

Scheda Tecnica

Autore: Marcel.lì Antùnez Roca
Anno: 2007
Tipologia: installazione audiovisiva interattiva
Materiale: audio, video
Provenienza: Opera prodotta e donata in occasione della mostra Interattività furiosa. Preinterattività e sistematurgia nel 2007


Codice di inventario:
1245

DMD Europa

Marcel.lì Antùnez Roca

L’artista è internazionalmente conosciuto per il suo lavoro, tra arti visive e teatro, caratterizzato dall’utilizzo di sistemi robotica e tecnologici utilizzati in relazione al corpo. L’opera DMD Europa è un video interattivo, che dispone di comandi quali quelli di un normale telecomando, che possono permettere a chi osserva l’opera di stabilirne l’avanzamento per frame, lo scorrimento per capitoli, lo zoom. Si tratta nello specifico di una proiezione in scala 1/1 della sequenza di costruzione di un disegno in bianco e nero realizzato a ciclo continuo durante una sessione di lavoro di una settimana, ripassando su ognuna delle parti e riprendendone l’evoluzione passo passo; tre video procedono in parallelo. Questi tre film mostrano punti di vista e ritmi di montaggio diversi. Così è possibile, saltando sui sensori, seguire lo sviluppo del lavoro, ripercorrere il segno in azione o scegliere un andamento diverso da quello realizzato naturalmente dall’artista. Questa azione ha un valore importantissimo se visto proprio nella tradizione del disegno che avviene, da sempre, per fasi, per strati e per sovrapposizioni di segni nel tempo. In questo caso infatti, il montaggio digitale raccoglie tutta la memoria del procedimento analogico tipico di ogni costruzione pittorica, dandoci la possibilità di vedere e ripercorrere fisicamente quella parte del lavoro che è solitamente occulta, la mappa del procedere. Il disegno è infatti uno degli strumenti più importanti di questo artista che ne ha realizzato un numero incommensurabile, uno per scena e concetto, di ciascuna delle sue opere, performance, lezioni, racconti. Questo Disegno Murale Dinamico, è anche un affresco dei temi più cari alla ricerca dell’artista catalano: si susseguono il biologico e la sua condizione di crisi tra le tecnologie, la malattia e la contaminazione, la burocrazia e la regola sociale, la solitudine e il rapporto con l’altro, l’orgiastico e la spesa del corpo. È dagli anni ottanta che questo artista, fondatore della Fura dels Baus di Barcellona, costruisce un intero mondo di situazioni su questi soggetti. (FMC)

 


Autore, Titolo, 1158