"Segantini" a cura di Annie-Paule Quinsac e Susanna Sala Massari

Giovedì 13 Novembre 2014
Ore 18.30
Ingresso Gratuito

In occasione della mostra "Segantini.Ritorno a Milano" il MA*GA ospita la curatrice della mostra Annie-Paule Quinsac e Susanna Sala Massari per presentare tre differenti volumi dedicati ad uno dei più grandi autori europei di fine Ottocento. 
In particolare i libri presentati per l'occasione saranno:

SEGANTINI, IL RITORNO A MILANO Catalogo della mostra in corso a Palazzo Reale, Milano a cura di A.P. Quinsac;

SEGANTINI; TRENT'ANNI DI VITA ARTISTICA EUROPEA NEI CARTEGGI INEDITI DELL'ARTISTA E DEI SUOI MECENATI, a cura di A.P. Quinsac;

AL CARO ILLUSTRE AMICO DALL'EGREGIA SIGNORA, a cura di Susanna Sala Massari.


Biografie dei Relatori
Annie-Paule Quinsac, Professor Emerita, University of South Carolina, da molti anni si occupa del secondo Ottocento e in particolare di Segantini, del quale, oltre alle numerose mostre internazionali e a quella in corso a Palazzo reale, ha curato il Catalogo Generale (Electa 1982) e l'edizione critica delle lettere ( Cattaneo 1985) ristampata in occasione della mostra odierna .

Laureata in Lettere Classiche all’Università Statale di Milano e diplomata archivista presso l’Archivio di Stato della stessa città,Susanna Sala Massari, da anni svolge attività di ricerca e di inventariazione di importanti archivi pubblici e privati, a Milano e in Engadina. Tra questi, oltre al già citato Segantini, quello del giornalista radicale Carlo Romussi e del genero, il pittore Giuseppe Palanti, l'inventariazione delle raccolte botanniche dell'Engadina del XIX secolo presso L'Archivio culturale locale, le Corrispondenze di Bartolomeo Nogara, direttore delle Gallerie Vaticane con Papa Ratti presso l'Istituto Lomardo di Scienze e Lettere di Milano, l'Archivio della Fondazione Memoria della Deportazione che mi ha avvicinato alle problematiche della Resistenza e mi ha permesso di pubblicare il Carteggio tra Giangio Banfi (BBPR) e la moglie Julia dal campo di concentramento di Fossoli. Una biografia di Roberto Lepetit uscirà il 27 gennaio 2015 e una ricerca sui rapporti tra i servizi segreti italiani (SIM) e alleati (SOE e OSS), è in fase di lavoro avanzato.