BORA di Yuri Ancarani - MUSEO CHIAMA ARTISTA


20 February  -  28 March 2016

Dal 20 febbraio al 28 marzo 2016 la Collezione Permanente del MA*GA ospita Bora (2015), la scultura-video commissionata a Yuri Ancarani dalla Direzione generale arte e architettura contemporanee e periferie urbane del MiBACT e AMACI - Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, in occasione della III edizione del progetto Museo Chiama Artista. L’obiettivo è sostenere attivamente il sistema del contemporaneo nel nostro Paese, commissionando di anno in anno ad artisti italiani la produzione di una nuova opera che potrà circolare nei musei associati, costituendo le basi per la creazione e fruizione di un patrimonio comune.

Yuri Ancarani (Ravenna 1972) è un videoartista e film-maker le cui opere nascono da una continua commistione fra cinema documentario e arte contemporanea, risultato di una ricerca tesa a esplorare regioni poco visibili del quotidiano, forse i limiti stessi del visibile.

“Bora è un progetto in progress avviato nel 2011 e che si determina come opera autonoma in quest’occasione. Tutto sembra ruotare intorno all’instabile equilibrio tra suono e immagine, a quel particolare interesse dell’artista per situazioni “ai confini del visibile” […] Un equilibrio che costituisce l’essenza di un lavoro come Bora, dove il paesaggio carsico della Val Rosandra – una riserva naturale tra il Friuli Venezia Giulia e la Slovenia – viene agitato dalla bora, un vento che soffia a 140 chilometri orari scuotendo e modellando quella natura rigida ed essenziale ripresa dall’artista.” (cit. L. Pratesi)

Maggiori informazioni al link:
http://www.amaci.org/node/11930